Facciamoci sentire sul bilancio! Rsu – mercoledì 18 novembre a ca’ Farsetti

COMUNICATO RSU A TUTTI I LAVORATORI e LAVORATRICI

a tempo indeterminato e con contratti a termine

Domani mercoledì 18 novembre alle ore 9,00 presso una saletta consiliare di Ca’ Farsetti si riunisce la Commissione bilancio per l’illustrazione della delibera sull’ultimo assestamento previsto del bilancio 2015.

Le richieste finora avanzate dalla RSU e dai Sindacati sono cadute nel vuoto. Nessuna risposta concreta da parte dell’Amministrazione.

I soldi ci sono! E’ la volontà politica che manca!

Questa è l’ultima occasione che abbiamo per esigere lo stanziamento delle risorse necessarie per finanziare il fondo del comparto e la proroga dei contratti a termine.

Ricordiamo infatti che, come previsto dalla legge di stabilità approvata dal Governo, le spese del personale del prossimo anno non possono superare quelle spese al 31 dicembre 2015. Come a dire che se chiudiamo con il fondo a zero, sarà zero anche il prossimo anno!

Invitiamo tutti e tutte ad una presenza numerosa all’avvio della Commissione!

FACCIAMOCI SENTIRE !!!

RSU Comune di Venezia

e FP CGIL – COBAS – CSA-RAL- DICCAP – UIL FPL

Come difendere e promuovere i nostri diritti : incontri di formazione

Il COBAS del Comune di Venezia, dopo gli incontri primaverili di approfondimento sui temi del bilancio, del patto di stabilità e del sistema delle partecipate (qui trovate i video), prosegue con la sua attività formativa attraverso degli incontri di formazione sindacale.

E’ importante che la partecipazione a questo momento di formazione sia più larga possibile per aumentare la nostra capacità incidere collettivamente sulle scelte che sindacati e amministrazione andranno a fare sul nostro futuro lavorativo.

Vi invitiamo quindi a partecipare ai primi incontri formativi:
Venerdi 25 settembre 2015
ore 15,00 – 19,00 presso ufficio Formazione Tronchetto
con Federico Giusti, delegato RSU Cobas del Comune di Pisa
Temi proposti:
– Le forme della negoziazione sindacale
– Contrattazione decentrata
– Forme di lotta sindacali (sciopero, sciopero bianco, non collaborazione, blocco straordinario, etc…)
– Le agibilità delle rappresentanze sindacali con particolare riferimento al Cobas
– (altro da definire in base ai suggerimenti e richieste dei lavoratori)
Venerdi del mese di ottobre (da definire a breve)
ore 15,00 – 19,00 presso ufficio Formazione Tronchetto
con Francesco Mason, avvocato del lavoroTemi proposti:
– Cenni sulle norme del diritto del lavoro (Costituzione, Statuto dei lavoratori, Contratti nazionali, etc)
– Forme e modalità di tutela legale dei lavoratori e delle loro rappresentanze
– ricorsi collettivi e individuali, diffide, etc..
– (altro da definire in base ai suggerimenti e richieste dei lavoratori)
I temi dei seminari possono essere ovviamente ampliati/modificati in base ai vostri suggerimenti e richieste specifiche di approfondimento, che trasmetteremo ai relatori in modo da rendere questi incontri il più possibile efficaci e utili a tutti e tutte.
FATECI AVERE LE VOSTRE DOMANDE !!
La partecipazione è libera e aperta anche ai non iscritti

Per motivi organizzativi vi chiediamo di conferma la vostra partecipazione via mail.
INFO e prenotazioni: cobas@comune.venezia.it

I dipendenti comunali si mettono in gioco: 150 candidature per le società partecipate

I dipendenti comunali rispondono positivamente all’appello lanciato dai Cobas: circa 150 candidature raccolte in pochi giorni per il rinnovo dei CdA delle società partecipate, istituzioni e Ipab che fanno capo al Comune di Venezia.
Molti dipendenti si mettono quindi in gioco per poter realmente cambiare le cose e contribuire a risollevare la grave situazione finanziaria in cui si trova il bilancio del Comune.
La richiesta al Sindaco e alla Giunta è di una reale trasparenza nella valutazione di tutte le candidature presentate e di un forte segnale di partecipazione del cittadino alla gestione della fetta più importante del Bilancio Comunale: i circa 300 milioni gestiti dalle società partecipate.
Ricordiamo infatti che il bilancio comunale è strettamente legato, o per meglio dire sovrastato dal bilancio delle sue partecipate: “Il Comune di Venezia su un totale di spese correnti di € 606 milioni ne gestisce direttamente € 66 milioni, il resto è esternalizzato, di fatto il Comune non ha alcun potere di governo” (è quanto dichiarato dal Commissario Zappalorto in occasione dell’incontro pubblico sul bilancio tenutosi presso il teatro -Toniolo lo scorso 2 marzo).

Ci fa rabbrividire pensare che il Comune sia solo un Ente che trasferisce risorse dalle sue casse alle casse di società, istituzioni, enti vari, senza possibilità di governo, e quindi senza alcuna responsabilità di controllo.

Guardando poi l’ultimo bilancio comunale, la voce “Acquisto di beni e servizi” pesa sulle spese correnti per il 64% (circa € 380 milioni) ed è aumentata di quasi € 100 milioni rispetto al bilancio di rendiconto del 2012. L’onere a carico del bilancio del Comune per i servizi esternalizzati, comprese le Istituzioni, pesa per quasi € 300 milioni sul bilancio! Dunque è ora di iniziare a tagliare questa grossa parte di voce di bilancio e porsi la domanda: davvero l’esternalizzazione dei servizi è conveniente per le casse del nostro Ente?

Le società partecipate che dipendono direttamente o indirettamente dal Comune di Venezia necessitano di una significativa riorganizzazione, di maggiori organi di controllo e alcune di queste potrebbero essere re-internalizzate con notevole risparmio per il Comune.

COBAS Autorganizzati Comune di Venezia

 

Il Corriere_13 settembre 2015

La nuova_13 settembre 2015

Gazzettino_13 settembre2015

Manifestazione dei lavoratori alla Mostra del Cinema – 2 settembre 2015

propoganda_09la RSU del Comune di Venezia e le OO.SS. indicono una manifestazione – corteo in occasione dell’inaugurazione della Mostra del Cinema.

PER IL RISPETTO E LA VALORIZZAZIONE DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI DEL COMUNE DI VENEZIA

PER UN COMUNE CHE FUNZIONI MEGLIO, CON MIGLIORI SERVIZI PER LA CITTADINANZA

 

 

Tutte/i le/i colleghe/i sono calorosamente invitate/i a partecipare!

La cittadinanza è cordialmente benvenuta: l’obiettivo è (il) Comune!

Appuntamento per tutti MERCOLEDI’ 2 SETTEMBRE, ore 16:00, piazzale dell’imbarcadero ACTV di Santa Maria Elisabetta al Lido.

La manifestazione si svolgerà con il seguente programma:
– dalle 16:00 alle 17:00 c.a.: concentramento – presidio informativo nel piazzale
– ore 17:30 c.a. flash mob e partenza del corteo.
– ore 18:00 c.a: arrivo previsto al Palazzo del Cinema sede della mostra.

Da un anno e mezzo le lavoratrici e i lavoratori del Comune di Venezia stanno lottando con tutte le forme possibili per contrastare quanto la classe dirigente, il Commissario prima e ora l’attuale Giunta stanno attuando a discapito di Cittadini e Lavoratori dell’Ente.
Nonostante tutte le iniziative di mobilitazione messe in atto negli ultimi mesi contro questa massacrante politica del personale e dei servizi ai cittadini, i vertici dell’Amministrazione e il Sindaco cercano di sminuire e denigrare le nostre giuste rivendicazioni.

Le lavoratrici e i lavoratori sostengono il presente documento con il quale esprimono all’Amministrazione del Comune di Venezia le seguenti legittime richieste: Continue reading

COSTRUIRE UNA PIATTAFORMA CITTADINA VERSO LA NUOVA AMMINISTRAZIONE – 10 giugno 2015, primo incontro

Il 10 giugno 2015 presso la Scoletta dei Calegheri, in campo S. Tomà a Venezia si è tenuto il primo appuntamento proposto dall’assemblea estemporanea di lavoratori e cittadini a margine del Consiglio comunale di venerdì 29 maggio (il giorno della approvazione del bilancio di previsione 2015 da parte del Commissario).

Noi CoBas ci siamo fatti carico di dar seguito a questa richiesta: la nostra intenzione è infatti quella di essere un sindacato attento alla condizione lavorativa interna all’amministrazione comunale, ma nello stesso tempo vogliamo mantenere una visione più allargata, che coinvolga la città e i cittadini, cioè i destinatari del lavoro svolto dall’amministrazione comunale.

Auspichiamo che possa nascere un percorso condiviso tra lavoratori, del Comune e non solo, e cittadini. Uno degli obiettivi dell’incontro consiste nell’iniziare ad elencare le questioni importanti, che riguardano tutti, da portare avanti insieme nella rivendicazione verso la nuova amministrazione; ognuno poi deve impegnarsi ad estendere questi contenuti alle proprie reti per rinforzarli e aggiungerne di nuovi. Continue reading

[Video] Venezia “il bidone delle società partecipate (ma partecipate da chi?)” incontro con Ivan Cicconi

Ecco il video del terzo incontro della serie “Le mani sulla città” organizzati dal COBAS Autorganizzati del Comune di Venezia.

Dopo gli incontri con Guido Viale e Simona Repole, venerdì 8 maggio ore 17.00 presso la Scoletta dei Calegheri in campo San Tomà, San Polo 2857 – Venezia si è tenuto l’incontro “il bidone delle società partecipate (ma partecipate da chi?)” tenuto da Ivan Cicconi.

L’incontro è stato introdotto da Chiara Sabbadini dei lavoratori autorganizzati – Cobas del Comune di Venezia.

©ALEKANDROS video

Verso una piattaforma per la prossima amministrazione

Venerdì 26 maggio il Commissario Zappalorto ha voluto approvare, come ultimo atto, il bilancio di previsione 2015 e una quantità di atti amministrativi (delibere, ordinanze, decreti, etc.) che supportano le scelte, riassunte nello stesso bilancio, di riduzione dei servizi ai cittadini, di abbattimento del supporto alle fasce deboli della popolazione, dei posti di lavoro che garantiscono questi servizi, assieme alla contrazione degli stipendi dei lavoratori comunali.

Immediatamente dopo quel contestato Consiglio comunale, si è svolta un’assemblea estemporanea non programmata con i lavoratori e i numerosi cittadini presenti. In quella sede è stata lanciata la proposta di indire un primo incontro, aperto a tutta la cittadinanza, per iniziare ad elaborare una piattaforma di proposte condivise da presentare in un’Assemblea pubblica cittadina che sarà indetta dopo l’insediamento della prossima Amministrazione.

L’appuntamento è per mercoledì 10 giugno alle ore 18,00 c/o la Scoletta dei Calegheri (campo S. Tomà, Venezia).

CoBas – Autorganizzati Comune di Venezia

COMUNE DI VENEZIA, ULTIMO ATTO 29 maggio 2015

Venerdì 29 maggio, un venerdì nero.

Approvato il bilancio tra urla, fischi, tanta rabbia. In una sala del consiglio protetta da un doppio cordone di poliziotti che hanno tenuto a distanza decine e decine di persone accorse per tentare di impedire l’approvazione di questo bilancio.
Ci ha colpito ancora l’atteggiamento del commissario e dei suoi vice, che non hanno interrotto i lavori neanche a fronte delle formali richieste di intervento da parte della RSU e di un candidato sindaco, né tanto meno durante i momenti di massima tensione. Niente da fare. Ha vinto, ma solo per ora, l’arroganza di un potere che la fa pagare sempre ai più deboli. Ha perso la città tutta, che si troverà ad affrontare un periodo molto duro, di sangue e lacrime amare. Da luglio saranno tagliati gli stipendi dei dipendenti comunali. Per i precari in scadenza a dicembre nessuna possibilità di rinnovo. A rischio i posti i lavoro di molte cooperative. Per i cittadini e le famiglie rincari e meno servizi.
Come lavoratrici e lavoratori del Comune di Venezia, continueremo a vigilare e a denunciare gli sprechi, ora più che mai, e l’operato di una dirigenza per la gran parte complice, che ha fatto poco o nulla per evitare questo disastro. E continueremo a fare le nostre proposte, sia di allocazione di risorse, che di possibilità di risparmio e di profonda revisione organizzativa e gestionale dell’intero sistema comune. Comprese le società partecipate, a partire dal Casinò, vero cappio al collo di un comune che sta affondando.
Sia chiaro che per ottenere dei risultati ci sarà bisogno di una mobilitazione ancora più forte e numerosa.
Vediamo se il prossimo Sindaco avrà il coraggio di operare una rivoluzione copernicana. A risentirci dopo il voto.
Intanto è già programmata una grande assemblea cittadina il 10 giugno a Mestre per stilare le prime proposte da presentare al nuovo consiglio comunale (dettagli a breve sui nostri canali di comunicazione)

30 maggio 2015

Autorganizzati Cobas

DI SEGUITO I BREVI VIDEO DI PRIMA, DURANTE E DOPO IL CONSIGLIO COMUNALE (3-4 min), per capire un po’ meglio cosa è successo e cosa succederà

Intervista chiara sabbadini

Bella ciao contro il non-Consiglio Comunale

Assemblea estemporanea dopo Consiglio Comunale – parte I

Assemblea estemporanea dopo Consiglio Comunale  – parte II

IL TEMPO E’ SCADUTO: APPELLO ALLA CITTA’ CONTRO IL BILANCIO DEI COMMISSARI! 27 maggio 2015

Il Commissario Zappalorto sta terminando il suo incarico e lo fa con l’approvazione del bilancio di previsione 2015, un ultimo importante atto politico, che dovrebbe spettare ad un Consiglio comunale democraticamente eletto e verso il quale la politica tutta, impegnata nella campagna elettorale, non ha dato segnali forti di opposizione.

Come cittadini e lavoratori veneziani  esprimiamo il nostro dissenso a questa ultima e scellerata decisione unilaterale che come sempre andrà a colpire le fasce più fragili della società, i servizi fondamentali ai cittadini e i lavoratori che li erogano, senza intaccare le rendite consolidate che da sempre proliferano indisturbate.

Nel contempo chiediamo che l’approvazione del bilancio 2015 sia assunta dalla prossima Amministrazione, come atto di responsabilità verso la città, nell’ottica di un’azione di riorganizzazione generale dell’ente comunale e dei servizi da questo erogati, attivando tutti gli istituti e gli strumenti di partecipazione più opportuni.

L’ultimo regalo del Commissario alla città sono una serie di delibere last-minute che prevedono una sfilza di aumenti a carico dei cittadini: dai biglietti e abbonamenti ACTV (adesso dovranno pagare anche i bambini dai 4 ai 6 anni!), all’aumento delle tariffe del trasporto scolastico, passando per l’aumento del ticket della ristorazione scolastica!

Ma anche per i lavoratori continuano ad arrivare pessime notizie da Roma: senza l’approvazione del decreto enti locali, che era atteso per ieri dal Commissario, invano,  proprio nella speranza di attenuare i tagli del Governo prima della presentazione del Bilancio, è quasi certa la riduzione della parte variabile dello stipendio di una cifra compresa tra i 100 e i 200€ mensili.

Invitiamo tutte e tutti ad essere presenti al Consiglio comunale per manifestare la nostra opposizione a questo ennesimo atto di iniquità  e per segnalare alla politica tutta che pretendiamo un cambio di passo concreto e reale, rilanciando i servizi alla Città, tutelando i lavoratori, rivendicando dal Governo quanto ci è dovuto e sanando sperperi non più sostenibili.

Appuntamento per tutta la città venerdì 29 maggio a Ca’ Farsetti alle ore 17

 

COBAS – Lavoratori autorganizzati del Comune di Venezia

Manifestazione 3 maggio 2015: da Renzi a ExpoAquae

A TUTTE LE LAVORATRICI ED AI LAVORATORI DEL COMUNE DI VENEZIA

Gentili colleghe/i

Domenica 3 Maggio 2015 confermata la manifestazione:

ci ritroviamo tutti alle 9.30 in Via delle Industrie, nel piazzale davanti all’ingresso Fincantieri, per la manifestazione in occasione dell’inaugurazione del Padiglione Expo Aquae. Approfitteremo della presenza del Presidente del Consiglio Renzi per sensibilizzare il governo sulle problematiche dei lavoratori del Comune di Venezia e dei servizi alla cittadinanza legate al deficit di bilancio. Il governo può fare molto per il nostro Comune e per i lavoratori, i quali ribadiamo non hanno nessuna responsabilità nella situazione che si è venuta a creare. Situazione che nessuno ad oggi tra le fila della politica ha ancora dichiarato come voler risolvere.

E’ indispensabile la partecipazione di tutti, anche per ricordare al Commissario Zappalorto, presente anch’egli, ed alla sua squadra di dirigenti come hanno ridotto noi lavoratori e la Città!
Alla inaugurazione sono invitati i candidati Sindaco e quindi sarà l’occasione per chiedere conto anche a loro di come intendano farsi carico della situazione gravissima che stiamo vivendo.
La manifestazione si svolgerà in questo modo:
1) Concentramento alle ore 9.30 nel piazzale presso l’ingresso Fincantieri;
2) Corteo alle ore 10.00 lungo Via delle Industrie fino all’ingresso del Padiglione Expo Aquae;
3) Presidio e sit-in ore 10.30 fino al termine della inaugurazione.
4) Termine manifestazione prevista per le ore 13.30.

Dobbiamo riattivare la vertenza, questo sarà il primo passo per rimettere al centro della campagna elettorale la situazione del Comune e la condizione di precarietà, occupazionale organizzativa ed economica che ci tocca da vicino da ormai circa un anno e mezzo.
Rimane poco tempo…
E’ necessaria la presenza di tutti, dobbiamo esserci e dovremo essere rumorosi per farci sentire.

RSU DEL COMUNE DI VENEZIA