Come difendere e promuovere i nostri diritti : incontri di formazione

Il COBAS del Comune di Venezia, dopo gli incontri primaverili di approfondimento sui temi del bilancio, del patto di stabilità e del sistema delle partecipate (qui trovate i video), prosegue con la sua attività formativa attraverso degli incontri di formazione sindacale.

E’ importante che la partecipazione a questo momento di formazione sia più larga possibile per aumentare la nostra capacità incidere collettivamente sulle scelte che sindacati e amministrazione andranno a fare sul nostro futuro lavorativo.

Vi invitiamo quindi a partecipare ai primi incontri formativi:
Venerdi 25 settembre 2015
ore 15,00 – 19,00 presso ufficio Formazione Tronchetto
con Federico Giusti, delegato RSU Cobas del Comune di Pisa
Temi proposti:
– Le forme della negoziazione sindacale
– Contrattazione decentrata
– Forme di lotta sindacali (sciopero, sciopero bianco, non collaborazione, blocco straordinario, etc…)
– Le agibilità delle rappresentanze sindacali con particolare riferimento al Cobas
– (altro da definire in base ai suggerimenti e richieste dei lavoratori)
Venerdi del mese di ottobre (da definire a breve)
ore 15,00 – 19,00 presso ufficio Formazione Tronchetto
con Francesco Mason, avvocato del lavoroTemi proposti:
– Cenni sulle norme del diritto del lavoro (Costituzione, Statuto dei lavoratori, Contratti nazionali, etc)
– Forme e modalità di tutela legale dei lavoratori e delle loro rappresentanze
– ricorsi collettivi e individuali, diffide, etc..
– (altro da definire in base ai suggerimenti e richieste dei lavoratori)
I temi dei seminari possono essere ovviamente ampliati/modificati in base ai vostri suggerimenti e richieste specifiche di approfondimento, che trasmetteremo ai relatori in modo da rendere questi incontri il più possibile efficaci e utili a tutti e tutte.
FATECI AVERE LE VOSTRE DOMANDE !!
La partecipazione è libera e aperta anche ai non iscritti

Per motivi organizzativi vi chiediamo di conferma la vostra partecipazione via mail.
INFO e prenotazioni: cobas@comune.venezia.it

I dipendenti comunali si mettono in gioco: 150 candidature per le società partecipate

I dipendenti comunali rispondono positivamente all’appello lanciato dai Cobas: circa 150 candidature raccolte in pochi giorni per il rinnovo dei CdA delle società partecipate, istituzioni e Ipab che fanno capo al Comune di Venezia.
Molti dipendenti si mettono quindi in gioco per poter realmente cambiare le cose e contribuire a risollevare la grave situazione finanziaria in cui si trova il bilancio del Comune.
La richiesta al Sindaco e alla Giunta è di una reale trasparenza nella valutazione di tutte le candidature presentate e di un forte segnale di partecipazione del cittadino alla gestione della fetta più importante del Bilancio Comunale: i circa 300 milioni gestiti dalle società partecipate.
Ricordiamo infatti che il bilancio comunale è strettamente legato, o per meglio dire sovrastato dal bilancio delle sue partecipate: “Il Comune di Venezia su un totale di spese correnti di € 606 milioni ne gestisce direttamente € 66 milioni, il resto è esternalizzato, di fatto il Comune non ha alcun potere di governo” (è quanto dichiarato dal Commissario Zappalorto in occasione dell’incontro pubblico sul bilancio tenutosi presso il teatro -Toniolo lo scorso 2 marzo).

Ci fa rabbrividire pensare che il Comune sia solo un Ente che trasferisce risorse dalle sue casse alle casse di società, istituzioni, enti vari, senza possibilità di governo, e quindi senza alcuna responsabilità di controllo.

Guardando poi l’ultimo bilancio comunale, la voce “Acquisto di beni e servizi” pesa sulle spese correnti per il 64% (circa € 380 milioni) ed è aumentata di quasi € 100 milioni rispetto al bilancio di rendiconto del 2012. L’onere a carico del bilancio del Comune per i servizi esternalizzati, comprese le Istituzioni, pesa per quasi € 300 milioni sul bilancio! Dunque è ora di iniziare a tagliare questa grossa parte di voce di bilancio e porsi la domanda: davvero l’esternalizzazione dei servizi è conveniente per le casse del nostro Ente?

Le società partecipate che dipendono direttamente o indirettamente dal Comune di Venezia necessitano di una significativa riorganizzazione, di maggiori organi di controllo e alcune di queste potrebbero essere re-internalizzate con notevole risparmio per il Comune.

COBAS Autorganizzati Comune di Venezia

 

Il Corriere_13 settembre 2015

La nuova_13 settembre 2015

Gazzettino_13 settembre2015

Ma i dipendenti pubblici sono PAGATI TROPPO?!?

La campagna contro i lavoratori pubblici continua dalle pagine di alcuni giornali e di sicuro effetto per alimentare la disinformazione e i luoghi comuni

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Tempo del 31 agosto 2015 i salari del pubblico impiego sarebbero assai superiori a quelli del privato.

Il messaggio è molto chiaro: abbiamo bloccato da sei anni gli stipendi pubblici ma questi continuano ad essere più alti degli altri lavoratori, lavorano meno e guadagnano troppo, ben il 23,4% in più.

Di conseguenza la nostra richiesta di rinnovare i contratti e di calcolare gli aumenti in base al reale costo della vita verrebbe a cadere, giustificata non solo dal pareggio di bilancio in costituzione e dal fiscal compact ma da ragioni pratiche e di opportunità (della serie “invece di pagare i fannulloni aumentate le pensioni sociali )

I dati del Tempo sono attinti dall’Aran che parla di una media della retribuzione pubblica pari a 34.286 euro, quando nel privato la media è di 27.772 euro.

I dati non sono taroccati ma non tengono comunque conto dello stipendio dei dirigenti che si portano a casa stipendi superiori di 10\15 volte a quelli di un livello medio, per non parlare poi dei bassi livelli degli enti locali che in un anno hanno un CUD di poco superiore a 23 mila euro con qualche straordinario compreso, una cifra assai più bassa della media delle retribuzioni nel privato.

Dati alla mano allora si scopre l’inganno, ossia che nel conteggio sono inclusi i quasi 7000 tra dirigenti e segretari comunali per non menzionare poi i titolari delle posizioni organizzative. Continue reading

Manifestazione dei lavoratori alla Mostra del Cinema – 2 settembre 2015

propoganda_09la RSU del Comune di Venezia e le OO.SS. indicono una manifestazione – corteo in occasione dell’inaugurazione della Mostra del Cinema.

PER IL RISPETTO E LA VALORIZZAZIONE DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI DEL COMUNE DI VENEZIA

PER UN COMUNE CHE FUNZIONI MEGLIO, CON MIGLIORI SERVIZI PER LA CITTADINANZA

 

 

Tutte/i le/i colleghe/i sono calorosamente invitate/i a partecipare!

La cittadinanza è cordialmente benvenuta: l’obiettivo è (il) Comune!

Appuntamento per tutti MERCOLEDI’ 2 SETTEMBRE, ore 16:00, piazzale dell’imbarcadero ACTV di Santa Maria Elisabetta al Lido.

La manifestazione si svolgerà con il seguente programma:
– dalle 16:00 alle 17:00 c.a.: concentramento – presidio informativo nel piazzale
– ore 17:30 c.a. flash mob e partenza del corteo.
– ore 18:00 c.a: arrivo previsto al Palazzo del Cinema sede della mostra.

Da un anno e mezzo le lavoratrici e i lavoratori del Comune di Venezia stanno lottando con tutte le forme possibili per contrastare quanto la classe dirigente, il Commissario prima e ora l’attuale Giunta stanno attuando a discapito di Cittadini e Lavoratori dell’Ente.
Nonostante tutte le iniziative di mobilitazione messe in atto negli ultimi mesi contro questa massacrante politica del personale e dei servizi ai cittadini, i vertici dell’Amministrazione e il Sindaco cercano di sminuire e denigrare le nostre giuste rivendicazioni.

Le lavoratrici e i lavoratori sostengono il presente documento con il quale esprimono all’Amministrazione del Comune di Venezia le seguenti legittime richieste: Continue reading