Incontro pubblico sul bilancio

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

cobas-vedo chiaroOggi un altro degli importanti obiettivi proposti dai Cobas e condivisi dalle assemblee dei lavoratori viene raggiunto: il Commissario Zappalorto ha dovuto concedere l’incontro pubblico sul bilancio e la manovra di rientro dal debito.

 Purtroppo il Commissario Straordinario lo fa con il solito approccio istituzionale, fissando l’incontro il prossimo 2 marzo le ore 10.30 e non tenendo in considerazione coloro che sono i suoi più importanti interlocutori: le lavoratrici e i lavoratori del Comune e la cittadinanza, che con le loro firme hanno chiesto questo incontro con grande forza e che a quell’ora saranno impossibilitati a partecipare.

Come Cobas, forza sindacale che ha contribuito a raccogliere le centinaia di firme di richieste al Commissario per avere un Consiglio comunale aperto sulle gravi questioni del bilancio, chiediamo che l’incontro sia posticipato alle 17.30, dando modo a tutti di essere presenti.

 Restiamo altrimenti fermi sulla richiesta di Consiglio staordinario entro metà marzo e sulle conseguenti iniziative e forme di lotta votate dall’Assemblea Generale delle lavoratrici e dei lavoratori del Comune di Venezia di lunedì, ovvero:

–  conferenza stampa contestuale alla consegna delle firme al protocollo
–  presidio davanti all’Ufficio del Commissario.
– proseguimento della raccolta firme anche con presidi davanti alle sedi comunali di Venezia e Mestre.

Il risultato raggiunto è molto importante ma ci prendiamo l’impegno di portare avanti anche le altre proposte  approvate  dal l’Assemblea Generale:

– il blocco di qualsiasi processo di riorganizzazione con richiesta ai sindacati di non partecipare ad alcun tavolo in merito
– la difesa del CCDI e la ricostituzione integrale (9 milioni) del fondo per il contratto integrativo aziendale anche per il 2015

Oltre a questo riteniamo importante proseguire nel processo di informazione/autoformazione e trasparenza, andando a studiare meglio tutti gli atti che stanno uscendo da questa amministrazione, anche in vista della definizione del bilancio 2015 e dell’eventuale piano triennale di rientro sui quali chiediamo come lavoratori di essere coinvolti.

Pur consapevoli che la strada sarà ancora lunga, siamo convinti dell’importanza di continuare ad acquisire conoscenze per meglio affrontare le sfide e coinvolgere i cittadini. Rinnoviamo a tal fine l’invito a intervenire numerosi all’incontro con Giudo Viale “Le mani sulle città – Come la crisi uccide il nostro Comune” che si terrà giovedì 26 febbraio alle 17.30 presso Sala S. Leonardo.

Siamo sulla strada giusta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *