La solidarietà a singhiozzo del consigliere Crovato – comunicato del 21 marzo 2018

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

EGREGIO CONSIGLIERE, TUTTI I LAVORATORI HANNO PARI DIGNITÀ: SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI DI COIN

Abbiamo letto con sincero interesse e concordiamo con quanto ha scritto il consigliere Crovato in una recente interpellanza con cui chiede, assieme al consigliere Fiano, che codesta AMMINISTRAZIONE, il sindaco e l’assessore competente prendano in considerazione il futuro incerto dei lavoratori di COIN che non possono essere soggetto passivo di una disputa anche familiare, oltre che economica.

Crediamo che tutti i lavoratori pubblici o privati abbiano pari dignità di trattamento e considerazione, soprattutto in casi così gravi.

Per questo ci sarebbe piaciuto che il consigliere Crovato avesse utilizzato tale solerzia anche per prendere le difese di tanti altri lavoratori che, nella nostra città, stanno vivendo lo stesso dramma e, proprio nella convinzione che il consigliere possa essere del nostro stesso avviso, siamo cortesemente a chiedergli di farsi promotore di ulteriori e analoghe iniziative affinché l’Amministrazione, il Sindaco e l’Assessore al Personale prendano in considerazione anche il presente incerto di tanti altri lavoratori.

Pensiamo agli ex precari del Comune che non possono continuare ad essere soggetto passivo di una disputa pregiudiziale senza che vi siano problemi economici o normativi che oggi ostacolino la loro riassunzione (il d.lgs 75/2017 c.d. “Madia” offre ampie possibilità di intervento), e per i quali chiediamo da mesi che venga predisposto un adeguato piano, anche triennale, che garantisca la riassunzione di tutti e 97 (e non solo dei 37 previsti) gli ex dipendenti del Comune, oggi disoccupati.

Pensiamo, allo stesso modo, ai lavoratori della Fondazione Musei.

Due casi emblematici, che riguardano centinaia di lavoratori, su cui la maggioranza al governo della città, di cui il consigliere Crovato fa parte, avrebbe sicuramente potuto far di più.

Perché riconoscere il primario interesse per il mantenimento del tessuto commerciale e produttivo della città antica, come giustamente scrive il consigliere, significa per noi tutelare tutte le lavoratrici e i lavoratori che in città lavorano e quindi la vivono e la animano.

Il nostro pensiero, la nostra vicinanza e solidarietà vanno oggi anche alle lavoratrici e lavoratori di COIN, con l’augurio sincero che la richiesta del consigliere possa andare a buon fine servendo, magari, da viatico per risolvere anche le altre vertenze sopra citate.

 

Cobas – Lavoratori autorganizzati del Comune di Venezia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *