COSTRUIRE UNA PIATTAFORMA CITTADINA VERSO LA NUOVA AMMINISTRAZIONE – 10 giugno 2015, primo incontro

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Il 10 giugno 2015 presso la Scoletta dei Calegheri, in campo S. Tomà a Venezia si è tenuto il primo appuntamento proposto dall’assemblea estemporanea di lavoratori e cittadini a margine del Consiglio comunale di venerdì 29 maggio (il giorno della approvazione del bilancio di previsione 2015 da parte del Commissario).

Noi CoBas ci siamo fatti carico di dar seguito a questa richiesta: la nostra intenzione è infatti quella di essere un sindacato attento alla condizione lavorativa interna all’amministrazione comunale, ma nello stesso tempo vogliamo mantenere una visione più allargata, che coinvolga la città e i cittadini, cioè i destinatari del lavoro svolto dall’amministrazione comunale.

Auspichiamo che possa nascere un percorso condiviso tra lavoratori, del Comune e non solo, e cittadini. Uno degli obiettivi dell’incontro consiste nell’iniziare ad elencare le questioni importanti, che riguardano tutti, da portare avanti insieme nella rivendicazione verso la nuova amministrazione; ognuno poi deve impegnarsi ad estendere questi contenuti alle proprie reti per rinforzarli e aggiungerne di nuovi.

Questo è stato il primo appuntamento al quale hanno partecipato circa 40 persone provenienti da diverse realtà; non è detto che ne debbano seguire altri: è necessario prima verificare la fattibilità di questo percorso comune tra vari soggetti e reti che, ognuno per la sua strada, portano avanti rivendicazioni e lotte sul nostro territorio.

Chiediamo quindi ai partecipanti, ai simpatizzanti e a tutti gli interessati di esprimere un proprio parere su questa ipotesi di percorso comune ed eventuali proposte nel merito.

Di seguito elenchiamo per punti le questioni emerse in questo primo incontro.

  • il Comune = bene comune = è di tutti i cittadini = casa comune (dovrebbe essere trasparente e ognuno deve sentirlo come un simbolo)

  • creare piattaforma comune e condivisa fra i diversi soggetti cittadini

  • riunificare le lotte/vertenze spezzate ad arte → mobilitazione permanente

  • coordinamento tra lavoratori anche di diversi settori per iniziative comuni.

  • indagare sul debito (problema comune a tante realtà e a quasi tutti gli enti locali)

  • segnalazione da parte dei dipendenti (senza incorrere in sanzioni/provvedimenti disciplinari) → whisteblowing

  • rotazione cariche dirigenziali

  • promuovere le competenze

  • società partecipate → stipendio manager in relazione agli obiettivi raggiunti

  • democrazia partecipata? → noi dobbiamo proporre e richiedere processi partecipativi

    • metodo? → superare le consulte

  • tassa di soggiorno – evasione fiscale

  • condividere e amplificare le informazioni

  • come diffondere/rendere pubblici i contenuti delle delibere prima che vadano in consiglio → coordinamento partecipazione alle commissioni consiliari

Cosa fare prossimamente?

  • unire le lotte e le vertenze

  • condividere i nostri saperi

  • ragionare su modi, metodi e strumenti (anche di coordinamento)

  • riconvocarci (allargando alle reti e ai contatti di ognuno)

  • ragionare sulla citta’ metropolitana (futuro prossimo ancora da costruire)

 

CoBas – Autorganizzati Comune di Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *