Il sindaco vuole pagare per le idee dei comunali? I Cobas gliele regalano!

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

PROPOSTE DA UN CONFRONTO CREATIVO ORGANIZZATO FRA I LAVORATORI SUL CONTRATTO INTEGRATIVO

regalo dai cobas!Idee vincenti e organizzazione del lavoro? Dai Cobas IN REGALO tutto quello che avreste dovuto sapere dai dipendenti ma non avete mai osato chiedere!

Il 26 febbraio 2016, fuori dall’orario di lavoro, impiegando il nostro tempo libero, abbiamo organizzato un pomeriggio di discussione aperta sul funzionamento della macchina comunale, sui problemi che incontriamo sul luogo di lavoro e sulle possibili soluzioni da adottare per migliorare il funzionamento dell’amministrazione e il benessere lavorativo dei dipendenti.

A questa giornata, aperta a tutti i dipendenti, hanno partecipato sia iscritti e simpatizzanti Cobas che dipendenti interessati alla discussione.

Il risultato di questa discussione è un report che trovate allegato a questa mail e che riteniamo doveroso donare a questa amministrazione, alla sua struttura tecnico-amministrativa, ai suoi organi politici e alle rappresentanze sindacali.

Rifiutiamo il principio che vuole far passare questo sindaco di sottrarre parte del sempre più esiguo stipendio accessorio (di un contratto retributivamente fermo ormai da molti anni) per mettere in competizione i colleghi su chi per primo riuscirà a compiacere il “principe” di turno (il capo,  il superiore, il sindaco?)  sulla base di non meglio precisati criteri. Lo rifiutiamo perché siamo lavoratori responsabili e riteniamo doveroso mettere a disposizione le nostre competenze, le nostre capacità ed il nostro ingegno per migliorare la qualità dei servizi che offriamo al cittadino e la qualità del nostro ambiente di lavoro.

Rifiutiamo una filosofia che dice di voler premiare i più capaci (o forse saranno i più scaltri?) a discapito di tutti gli altri.

Crediamo invece che il miglioramento e l’innovazione dei processi lavorativi abbiano origine da un serio progetto di formazione e aggiornamento continui dei lavoratori di tutti i livelli, accompagnato da l’incentivazione e il rafforzamento dello spirito e della forma cooperativa tra colleghi, valorizzando al massimo e in modo oggettivo tutte le competenze a disposizione.

Rifiutiamo la legge della giungla che ricompensa gli “arrampicatori a suon di colpi bassi” e gli amici degli amici; promuoviamo una città solidale a partire dal suo (bene) Comune costruita sul dialogo e il confronto aperto a tutti.

Questo lavoro ne è una dimostrazione (e non sarà l’ultima).

Invitiamo tutti i dipendenti che condividono questo proposito ad inviare le loro idee per migliorare l’amministrazione all’indirizzo autorganizzati.comune.venezia@gmail.com, provvederemo a pubblicarle e ad integrarle nelle nostre riflessioni, gratuitamente (!) ed in forma anonima sul nostro sito web.

Un sentito ringraziamento a tutte le colleghe e a tutti i colleghi che hanno partecipato alla realizzazione di questo lavoro.

COBAS – Autorganizzati del Comune di Venezia

> Scarica il Report Cobas CCDI partecipato 2016 (pdf, 848 KB)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *